• Data evento: - Luogo:

    Biodanza - Musica, movimento, allegria, connessione profonda per portare più vita alla vita

     Mercoledì 2 maggio alle ore 19:00

    La Biodanza non è una tecnica di movimento, né una danza in senso classico o con passi definiti, ma piuttosto un sistema, con una teoria e un metodo radicati nelle scienze della vita, che mira a favorire l'espressione autentica e piena dell'essere.

    Ogni persona è un individuo unico e nel contempo è parte di qualcosa di più grande, in continuità con la specie umana, con gli animali, le piante e le stelle. Ogni persona è unica e nel contempo è parte di tutto ciò che è. Ciascuno ha in sé la grandiosità della vita.

    La Biodanza vuole stimolare questa consapevolezza e favorire l'espressione dei potenziali umani.

    “La Biodanza è un insieme di scienza, poesia e amore”, come diceva il suo ideatore - l'antropologo e psicologo cileno Rolando Toro Araneda – e così come è nel disegno del fiore fiorire, è nel disegno della persona manifestare se stessa, svilupparsi nella sua interezza e aprirsi alla vita.

    Ogni classe di Biodanza è un concentrato di stimoli positivi per il benessere e la crescita personale.

    Gli esercizi proposti possono essere individuali, di coppia o di gruppo e, salvo casi specifici, sono sempre accompagnati dalla musica. Ogni esercizio o meglio, usando il linguaggio specifico della Biodanza, ogni vivencia è come una piccola porticina che si apre sull'opportunità di  sperimentarsi e e di esprimere e sviluppare qualità e capacità che, in realtà, sono già in noi in quanto parte dei nostri potenziali genetici.

    Nello specifico la Biodanza identifica cinque specifici potenziali genetici che la vita dà in dote a ogni essere umano (vitalità, sessualità, affettività, creatività e trascendenza) e con ciascuno di essi si lavora secondo una modalità graduale e progressiva e sempre nel pieno rispetto della soggettività personale.

    Il corso si svilupperà tenendo conto delle caratteristiche del gruppo in modo da creare per tutti i partecipanti un contesto in cui sentirsi a proprio agio e procedere nel lavoro in un clima di fiducia reciproca. L'obiettivo principale è stare a proprio agio nell'incontrare l'altro attraverso il movimento e il contatto, ritrovare o accrescere la confidenza con il proprio corpo e le proprie emozioni, sviluppare un senso di sicurezza nell'espressione di sé, rafforzare il senso della propria identità, essere empatici con se stessi e con le altre persone, risvegliare la vitalità, l'allegria e la gioia di vivere e condividere, sciogliere rigidità e schemi mentali autolimitanti ed esprimere quella creatività e quell'intelligenza del cuore che ci permettono di rinnovare ogni giorno le nostre esistenze.

Seguici su Facebook